domenica 22 giugno 2014

Button Down


Esther Schiffer


venerdì 16 maggio 2014

Ragazzo pontino non trova più droga per colpa degli immigrati e si iscrive a Forza Nuova

"Se la pijano tutta loro e in giro non se trova manco 'no scudo" queste le motivazioni che ha dato al momento del tesseramento!
Per maggiori informazioni: 

Gli Haters di Suor Cristina ingaggiano una rissa con gli haters di Emma Marrone a Milano

E' successo questo ieri a Milano, frutto di un incomprensione due gruppi di ragazzi se le sono date di SANTA ragione. Chiarito l'equivoco sono andati a bere tutti insieme in una zona centrale della città. I ragazzi sono finiti ugualmente in ospedale per coma etilico, i ricoverati, tutti minorenni ne avranno per qualche giorno.

giovedì 8 maggio 2014

La chiesa organizza un corso sull’esorcismo per sacerdoti e casalinghe



E' giunta alla nona edizione e si svolgerà fino al 10 maggio tra Roma e Bologna, vu partecipano duecento persone provenienti da 33 Paesi.
In questi giorni tra Roma e Bologna si organizza un corso di formazione per sacerdoti (anche laici), cui protagonista è il diavolo. “Esorcismo e preghiera di liberazione” è il corso organizzato dall’Istituto Sacerdos dell’Ateneo Regina Apostolorum e dal Gris (Gruppo di ricerca e informazione socio-religiosa) e si svolge dal 5 al 10 maggio. I circa duecento partecipanti arrivano da 33 paesi dei cinque continenti, anche dalla Corea, dall’Australia, dall’Alaska e dagli Usa. “È un corso rivolto soprattutto ai sacerdoti che sono i primi interessati ad imparare il ministero dell’esorcistato, ma non solo a loro”, spiega alla Radio Vaticana padre Cesare Truqui, legionario di Cristo, esorcista, tra gli organizzatori della cinque giorni contro il demonio.

“Un sacerdote esorcista è infatti di solito affiancato da una serie di laici che lo aiutano nello svolgimento del suo ministero. Psicologi, psichiatri o medici, ma anche persone normali, professionisti, casalinghe, che possono coadiuvare il sacerdote sia nell’esorcismo, sia nel colloquio preliminare necessario per capire se si tratta di possessione o meno, e quindi curare meglio il discernimento degli spiriti”, prosegue il sacerdote. “Approfondire il tema della possessione diabolica non significa provocare una paranoia generale ma creare la consapevolezza dell’esistenza del demonio e della possibilità della possessione. Ma è anche una conoscenza che dà molto equilibrio, perché si comprende che avviene molto raramente e comunque l’influenza satanica si può combattere con Dio, con la preghiera, con la devozione mariana”, aggiunge.

FONTE: http://www.fanpage.it/